Mamma mia dammi 100 lire

Venerdì 26 ottobre inauguriamo le nostre cene a tema all'interno del Convivio con una serata corale dedicata alla cultura italoamericana, colonna portante dell’esperienza di vita e professionale della nostra executive chef e fondatrice di Bibendum, Marta Pulini, vero e proprio punto di riferimento della cucina italiana in America.

Marta ha infatti vissuto a New York a lungo, lanciando alcuni tra i più noti ristoranti italiani della Grande Mela, come Bice, Le Madri, Coco Pazzo, 100 Lire, Tuscan Square e per questo il Convivio debutta con la cena a tema “Mamma mia dammi 100 lire”, un evento enogastronomico a più voci durante il quale, mentre si gustano e si riscoprono le ricette dei migranti italiani in America, Marta racconta la propria esperienza in un dialogo con Pino Luongo, uno dei protagonisti della ristorazione italiana in America in grado di creare, fra gli anni Novanta e Duemila, un impero di locali a New York e non solo e Antonio Cherchi, profondo conoscitore della storia della ristorazione italiana negli USA, nonché membro del Comitato Esecutivo Nazionale di Slow Food.

Il menù pensato per l'occasione sarà composto da piatti "tipici" della tradizione italo-americana come mac & cheese, calamari fritti con salsa piccante di pomodoro, scialatielli e polpette di triglia, pollo alla cacciatora e per concludere in dolcezza il Picki Packi, un antico dolce di origine campana a base di melanzane caramellate e cioccolato.

La cena sarà accompagnata da un racconto per immagini e musica a cura di Paolo Battaglia e Maurizio Bettelli, con sottofondo musicale di autori e artisti italoamericani come  Frank Sinatra,  Lady Gaga, Dean Martin, Madonna, Perry Como e Bruce Springsteen.

Il costo della serata è di € 65. La prenotazione è obbligatoria e può essere effettuata telefonando al numero 392.9783274 o scrivendo a convivio@bibendumgroup.it

Questo primo appuntamento inaugura il nostro filone tematico dedicato al concetto di Melting Pot che vede la cucina come una delle espressioni più profonde dell'identità di un popolo e di un Paese, frutto della storia e della vita dei suoi abitanti. Cultura della tavola significa infatti prima di tutto civiltà, cioè l'insieme di usi e costumi, di stili di vita, di consuetudini e di tradizioni degli uomini che li condividono.


“Immagini tratta da “Trovare l’America”, Anniversary Books, 2013”.


Mamma mia dammi 100 lire